Una riforma che necessita di più solidarietà

Una riforma che necessita di più solidarietà

Per i Verdi del Ticino l’eccessiva concorrenza fiscale priva i Cantoni e i Comuni delle risorse necessarie ai servizi destinati alla popolazione, anche in un’ottica ridistributiva della ricchezza volta a diminuire le disuguaglianze e mantenere la pace sociale. Pertanto è necessario indirizzare gli sgravi fiscali verso quelle imprese che si fanno carico della propria responsabilità sociale e ambientale.

Read More

Qualità dell'aria: un problema da gestire in maniera più seria

Qualità dell'aria: un problema da gestire in maniera più seria

I Verdi del Ticino sono molto preoccupati della qualità dell’aria in Ticino e chiedono misure urgenti e strutturali più incisive. L’attuale ondata di canicola, accompagnata da valori di ozono molto elevati e quindi dannosi per la salute, i più alti della Svizzera, dimostra la necessità di agire. Una strategia cantonale seria non può fondarsi principalmente sulla speranza che le situazioni meteorologiche diluenti tolgano le castagne dal fuoco al Governo. Le proposte sono state inviate in copia al Consiglio di Stato nella speranza che verranno prese seriamente in considerazione.

Read More

Verdi, Partito comunista e Forum alternativo uniscono la sinistra per raggiungere un obiettivo comune

Verdi, Partito comunista e Forum alternativo uniscono la sinistra per raggiungere un obiettivo comune

Dopo molte campagne affrontate assieme (salario minimo, RFFA, officine e riforma fiscale cantonale) Verdi del Ticino, Partito Comunista e Forum Alternativo propongono una lista credibile che si oppone senza se e senza ma ad una politica liberista che sta distruggendo l’ambiente e il tessuto sociale. Con Jessica Bottinelli, Fabiano Cavadini, Erika Franc, Greta Gysin, (candidati Verdi), Beppe Savary, Franco Cavalli (Forum Alternativo), Angelica Forni e Lea Schertenleib (Partito Comunista) l’obiettivo dichiarato è di rafforzare la presenza progressista nel parlamento nazionale.

Read More

I Verdi del Ticino: pronti a spiccare il volo verso Berna con Greta Gysin

I Verdi del Ticino: pronti a spiccare il volo verso Berna con Greta Gysin

I Verdi del Ticino sono pronti a lanciarsi per le elezioni federali con un progetto ambiziosissimo: dare un sostanziale contributo alla crescita dell’area progressista alle camere federali grazie ad un’alleanza di area e alla presenza fra i Verdi di Greta Gysin.

Read More

Si dichiari lo stato di emergenza climatica in Ticino

Si dichiari lo stato di emergenza climatica in Ticino

I cambiamenti climatici non sono una moda, come dichiarato dal massimo esponente UDC Christoph Blocher. Il gruppo dei Verdi del Ticino ed alcuni esponenti di altri movimenti, hanno inoltrato oggi una mozione per chiedere lo stato di emergenza climatica anche in Ticino. Si chiede nello specifico che anche il nostro cantone, per una volta, si approcci al problema con lungimiranza e tempestività sottoponendo ogni decisione presa in parlamento e in governo a criteri di sostenibilità ecologica minimizzando finalmente il anche nostro impatto sull’ambiente.

Read More

Avanti a tutto verde!

Avanti a tutto verde!

Venerdì 24 maggio i giovani di tutto il mondo si mobiliteranno in nome del clima. Le Giovani Verdi del Ticino esortano tutta la popolazione a partecipare perché indispensabile non perdere l’entusiasmo per mantenere alta l’attenzione sul problema climatico e non vanificare lo splendido operato fatto fino ad oggi.

Read More

Aeroporto - un investimento in barba all'emergenza climatica.

Aeroporto - un investimento in barba all'emergenza climatica.

L'emergenza climatica, è ormai noto, ci impone di ridurre la nostra impronta ecologica. Il comune di Lugano e il Cantone prevedono invece di investire ulteriori soldi pubblici nell’aeroporto di Agno, sovvenzionando massicciamente quel settore dei trasporti che più di ogni altro è responsabile delle emissioni di gas a effetto serra in barba alle richieste dei giovani (e della comunità scientifica tutta) durante gli scioperi per il clima.

Read More

Votazioni, a rischio è la democrazia diretta

Votazioni, a rischio è la democrazia diretta

I Verdi del Ticino sono delusi per l’esito del voto sulla riforma fiscale federale e sull’iniziativa delle officine ed esprimono amarezza per la modalità in cui questi soggetti sono stati posti in votazione.  Da un lato si sono associati due oggetti completamente diversi impedendo al cittadino di scegliere liberamente e dall’altro  la cittadinanza è stata confrontata con tempistiche di votazione irrispettose delle numerose firme raccolte. . Legare tagli fiscali alle aziende al risanamento dell’AVS risulta un ricatto ai cittadini. Analogo discorso con le Officine, dove l’iniziativa andava votata in tempi brevi e non a 10 anni di distanza dal suo lancio.

Read More

Accelerare il trasferimento di traffico merci su rotaia: per più sicurezza su tutto l’asse autostradale e meno emissioni

Accelerare il trasferimento di traffico merci su rotaia: per più sicurezza su tutto l’asse autostradale e meno emissioni

Con questa mozione il gruppo parlamentare dei Verdi del Ticino, vuole far in modo che il governo ticinese aumenti in miera sostanziale la pressione sul governo federale per lo spostamento del traffico merci su rotaia rispettando i termini di legge, al fine di rispondere ai bisogni di sicurezza e di diminuzione delle emissioni dovute al traffico pesante.

Read More

I Giovani Verdi tornano in campo

I Giovani Verdi tornano in campo

Si è svolta oggi a Bellinzona l’assemblea (ri)costitutiva dei giovani verdi. Dopo un periodo di stallo finalmente i Verdi del Ticino hanno ritrovato quella nuova linfa carica e pronta a lottare attivamente per concretizzare anche nei vari legislativi ed esecutivi tutte le rivendicazioni delle piazze.

Read More

Mirante al cadreghino a scapito dei più deboli

Mirante al cadreghino a scapito dei più deboli

I Verdi constatano con sgomento che per Amalia Mirante, candidata al governo per il partito socialista, un salario di 19.- orari sia una soluzione praticabile per il Ticino. Indecifrabile la scelta della candidata PS di sconfessare pubblicamente le posizioni del suo partito che di fatto ha sempre sostenuto di non accettare una soluzione inferiore a 20.- orari.

Read More