Pagare di più per avere di meno? Referendum riuscito

Riuscito il referendum contro la riforma fiscale e finanziamento dell’AVS (RFFA). Un compromesso politico inaccettabile per il ceto medio e basso.

La riforma prevede in particolare che le grosse imprese pagheranno meno imposte, ciò che implicherà una necessità di rivedere i bilanci pubblici con tagli a servizi a favore della comunità. Inoltre il taglio è garantito a tutte le aziende indipendentemente dal loro rispetto o meno per territorio, ambiente e mondo del lavoro.

Ma non solo. La riforma propone di rimpolpare il fondo AVS per un importo equivalente a quanto tagliato sulle tasse. Fino qui non male se non fosse che… a pagare questo conto sono i datori di lavoro e le salariate e i salariati.

Oltre quindi ad avere meno servizi le lavoratrici ed i lavoratori si vedrebbero aumentato il prelievo sul loro salario di AVS. Senza ricevere un solo franco in più di rendita!

Una vera e propria fregatura che I Verdi hanno tutta l’intenzione di smascherare avendo raccolto attivamente le firme e impegnandosi in prima fila nella campagna referendaria.

Un grande grazie ai nostri membri attivi e a coloro che hanno firmato.