Back to All Events

Le Festival du Film Vert

Immagine.gif

Le Festival du Film Vert

Il festival dedicato all'ambiente finalmente in Ticino

Greenpace gruppo regionale Ticino propone il 24 marzo 2019 a partire dalle ore 14.00 presso il Cinema Lux a Massagno la rassegna cinematografica: “Le Festival du Film Vert” dedicato ai migliori film-documentari sul tema ambientale.

Il Festival du Film Vert per la prima volta nella Svizzera Italiana

I volontari del gruppo regionale ticino di Greenpeace hanno deciso con entusiasmo di proporre il Festival du Film Vert nella nostra regione, dove pochi eventi durante l’anno trattano temi ambientali. Attraverso film-documentari il pubblico potrà informarsi, interrogarsi e riflettere sulle tematiche legate alla crisi climatica che il pianeta sta vivendo. Nei prossimi anni importanti cambiamenti saranno necessari per evitare il tracollo del pianeta. Solo attraverso la presa di coscienza e consapevolezza sulla realtà che il nostro modo di vivere frenetico comporta, potrà rendere possibile un futuro sostenibile.

“Abbiamo lavorato con attenzione ed entusiasmo per trovare sponsors e per coinvolgere le realtà locali. La giornata offrirà spunti di riflessione attraverso film stimolanti, intervallati da una pausa in cui sarà offerto uno spuntino per permettere ai partecipanti una discussione libera e creare nuove relazioni tra persone interessate alla salvaguardia del Pianeta.” dice Jennifer Schwarz, del gruppo regionale Ticino.

Il Festival du Film Vert

Il Festival du Film Vert è una realtà affermata nella svizzera romanda dal 2006, nella vicina Francia dal 2012 e nella svizzera tedesca dal 2014. E da quest’anno anche in Ticino, e in ben 2 località: Lugano e Bellinzona.

La particolarità del Festival du Film Vert, è proprio la sua presenza per oltre un mese in numerose città delle tre regioni linguistiche, con un’organizzazione unica nel suo genere.

Il Festival nasce nel 2006 a Orbe, nel Canton Vaud, dove Nicolas Guignard affitta una piccola sala e proietta con successo 8 documentari su problematiche ambientali e sociali. La giornata ha un grande successo e già l’anno successivo altri gli chiedono di fare lo stesso a casa loro. Nasce così l’idea di un festival presente in varie località, formato da una centrale amministrativa e da piccoli gruppi locali, di anno in anno sempre più numerosi ed estendendosi in ogni regione della Svizzera e nella vicina Francia.

I gruppi locali formati da volontari si occupano dell’organizzazione dell’evento nella propria città: affittano le sale di proiezioni, cercano sponsor locali, invitano relatori.

La sede centrale sostiene i costi maggiori a livello organizzativo e di comunicazione, e svolge le attività comuni a tutti. Sede centrale e gruppi locali insieme, ricercano e selezionano i film. Un’organizzazione unica nel suo genere!

Un Festival in continua crescita

Dal 2006 il festival si sviluppa in modo esponenziale, nel 2008 è fondata l’associazione “Les films verts” e dai 350 spettatori e 8 films della prima edizione si arriva nel 2018 ad un pubblico di 18400 persone e a proiezioni in 66 diversi siti, anche tedeschi e francesi, con una copertura mediatica sempre più vasta. Nel 2019 il Festival è presente in 70 località, con inoltre la nuova importante partecipazione del Ticino.

Dal 2010 sono istituiti dei premi: il “Prix Tournesol” ed il “Premio Greenpeace”. Inoltre, dal 2019 la FIFEL offre un premio al miglior film sull’energia.

Les rivières volantes vince il Prix Tournesol del 2019!

Sabato 2 marzo i vari premi del Festival di Film Vert sono stati assegnati alla cerimonia di apertura della 14ma edizione, alla Rote Fabrik di Zurigo, alla presenza di numerosi registi e personalità. Il decimo Prix Tournesol per il documentario verde è stato assegnato da una giuria internazionale a Les Rivières volantes, di Aurélien Francisco Barros, Francia, 2017. La giuria ha inoltre deciso di assegnare un "coup de rage" a Vert de rage: Indonésie, le fleuve victime de la mode, di Martin Boudot, Francia, 2017.

Secondo la giuria « Les rivières volantes sono stati la sorpresa più bella di questa selezione del 2019. Un tema completamente nuovo che evidenzia l'enorme resilienza della natura. In un'epoca di molteplici pericoli per la foresta amazzonica, les rivières volantes attraverso una visione affascinante aiutano a comprendere il ruolo essenziale degli alberi. Siamo lieti di assegnare il Prix Tournesol a questo film, che unisce il rigore scientifico e la poesia della natura. »

Ma la giuria ha voluto anche accordare una menzione speciale: « Notre coup de coeur est en fait un coup de rage.» Un film dalla forte carica Vert de rage: Indonésie, le fleuve victime de la mode, ha l'immenso privilegio di confrontarci con le aberrazioni dei nostri stili di vita irresponsabili.

Il “Premio Greenpeace” è stato attribuito al film “Anote's Ark” di Matthieu Rytz, ed il premio FIFEL a “Energie Pioniere” di Samuel Stefan.

Il programma della giornata al Lux il 24 marzo

La rassegna cinematografica al cinema Lux domenica 24 marzo propone alle 14.00 la proiezione di “La terre vue du coeur” di Hubert Reeves e Frédéric Lenoir, proseguendo alle 16:30 con “Useless” di Rakel Garðarsdóttir, Ágústa M. Ólafsdóttir.

Un rinfresco allieterà l’intervallo con la presenza degli stand degli sponsors. Le proiezioni saranno introdotte da Iris Menn, direttrice di Greenpeace Svizzera e da Georg Klingler, esperto clima di Greenpeace Svizzera, che interverrà alle 16.00 sul tema dell’urgenza climatica.

Il Festival proseguirà nella Svizzera italiana il fine settimana successivo da venerdi 29 a domenica 31 marzo, a Bellinzona/Castione con ben 8 film che trattano argomenti diversi. Trovate il programma completo del festival sul sito https://www.festivaldufilmvert.ch/.


Dettagli pratici


Domenica 24 marzo

Cinema Lux art house, Massagno

Festival du Film Vert

Programma 14:00 La terre vue du coeur

16:30 Useless Introduzione di Iris Menn, direttrice di Greenpeace Svizzera

Durante la pausa intervento di Georg Klingler, esperto clima di Greenpeace Svizzera: "The climate urgency - why everybody should care about"

Sarà inoltre offerto un rinfresco nell’atrio del cinema, dove saranno presenti gli stand degli sponsor principali.


La terre vue du coeur

di Hubert Reeves e Frédéric Lenoir


Alcuni scienziati, autori e artisti ci avvertono: la biodiversità è oggi minacciata. Ma, se certi uomini sono all’origine della crisi, altri, sempre più numerosi, creano delle soluzioni. In questo film dedicato alle future generazioni, ci ricordano fino a qual punto la vita, in tutte le sue forme sia un mistero affascinante…che non spetta che a noi preservare. Non soltanto ci mostrano l’intelligenza e la capacità di provare emozioni degli animali e anche delle piante, ma ci dicono che alternative e soluzioni si stanno già concretizzando in questo stesso momento, a tutti i livelli, lasciandoci con una nota di speranza. È il genere di film che ci può cambiare dentro.


Useless

di Rakel Garðarsdóttir, Ágústa M. Ólafsdóttir.


In UseLess, cerchiamo di capire perché gli sprechi enormi di cibo e di prodotti della moda sono diventati un problema sociale e un’emergenza ambientale e come possiamo agire per cambiare rotta. Il film è visto attraverso gli occhi di una giovane madre islandese che prende coscienza del problema e prova a cambiare le abitudini sue e della sua famiglia. Interviste con esperti, designer, attivisti e produttori permettono di far luce sul problema e offrono molte soluzioni al pubblico. UseLess è presentato in modo positivo, con un approccio orientato alla soluzione e mira a sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema. Anche piccoli e progressivi cambiamenti alle nostre abitudini possono avere un grande impatto positivo sul nostro pianeta.

Earlier Event: March 24
Trek urbano per conoscere gli alberi
Later Event: March 25
Il clima al giorno d'oggi - Locarno