1. Claudia Cappellini Tarolli

Sono nata nel 1966 e vivo a Savosa. Farmacista, coniugata e mamma. Mi considero una persona un po' idealista ma anche determinata a raggiungere gli obiettivi che mi stanno a cuore.

Mi interessa migliorare la qualità di vita della società seguendo i principi dell’ecologia e ho una visione sul lungo termine. Infatti il mio impegno politico è anche dedicato ai bambini, con la consapevolezza che è importante preparare oggi un buon terreno per il mondo in cui saranno adulti domani. In particolare sono interessata a: protezione del paesaggio e degli edifici storici, mobilità, energia e gestione dei rifiuti.

Inoltre mi interessano i temi: scuola, integrazione, presenza femminile nel mondo politico e nei CdA, parità salariale e part-time per donne e uomini per potersi dedicare alla famiglia e al volontariato.

Consigliera comunale a Savosa dal 2008 e attualmente presidente della commissione della gestione, membro della commissione scolastica scuola elementare e media. Membro di direzione, comitato, gruppo Verdi sanitari e coordinatrice della conferenza dei consiglieri comunali e municipali Verdi. Candidata per il Consiglio Nazionale nel 2011.

2. Claudia Crivelli Barella

03.05.1968, Mendrisio

Quando sono nate le mie figlie, ho trascorso molto tempo con loro, occupandomi della casa, rendendola adatta alle loro esigenze, e man mano che crescevano ho allargato il mio spazio di osservazione sempre più all’esterno.

Adesso le mie figlie sono cresciute e, attraverso di loro, per loro e per i loro compagni, mi impegno per un futuro vivibile, perché tutto ciò che ho scoperto essere importante ha un comune denominatore: l’essere verde.

Sono per una visione che non sia soltanto basata su un certo tipo di economia, ma che parta dall’essere umano, con soluzioni pragmatiche ma non banali.

I ticinesi mi voteranno perché io sono come loro: non un’estremista, ma una sognatrice con i piedi ben piantati per terra.

I Verdi: pensare in grande ed agire nel piccolo. Da soli ci sentiamo impotenti, insieme abbiamo la possibilità di costruire i nostri sogni.

3. Franco "Chino" Denti

19.09.1957, Lugano

Medico, direttore sanitario case anziani, presidente dell’Ordine dei medici, appassionato di setter irlandesi
— Franco "Chino" Denti

Sono orgoglioso di essere Ticinese e sono profondamente legato al Cantone che mi ha dato i natali e che, con le sue splendide montagne, il suo sole e i suoi laghi cristallini ha da sempre disegnato i miei orizzonti e fatto da scenario alla mia crescita e sviluppo di cittadino, di professionista e di membro della società civile, politicamente impegnato per il benessere dei cittadini-pazienti.

Nel Movimento dei Verdi ho trovato unità di intendimenti e delle persone decise, pugnaci e risolute per difendere le bellezze paesaggistiche e le conquiste di benessere e di civiltà raggiunte da un popolo coeso e operoso.

Combattiamo insieme affinché il nostro Ticino non venga deturpato da disequilibri e brutture, sia dal punto di vista sociale che da quello ambientale.

Ribadiamo l’importanza del senso della misura, del rispetto dei propri collaboratori e delle generazioni a venire.

Unendomi a voi, SOGNO UN RITORNO AL FUTURO, o meglio il viaggio collettivo verso un futuro in cui il progresso tecnologico venga indirizzato (invece che verso un profitto fine a se stesso e a beneficio di un numero sempre più ristretto di persone) verso energie alternative e pulite, verso invenzioni e applicazioni industriali che garantiscano PIU’ SALUTE AI CITTADINI–PAZIENTI E PIU’ RISPETTO VERSO IL CREATO.

Un domani in cui, ci si rimbocchi insieme le maniche tra le varie parti sociali, vincendo i particolarismi, per trovare soluzioni ragionevoli e percorribili all’emergenza lavoro, PER REGALARE AI NOSTRI GIOVANI LO SLANCIO DI PARTIRE, che è la prima e fondamentale garanzia del fatto che le loro esistenze e parabole professionali partano e continuino a dirigersi in salita.

Sogno soluzioni concrete e di buon senso che PREMINO I NOSTRI LAVORATORI garantendo loro un futuro, che gli permetta di arrivare attivi e operosi alla pensione, nel pieno apprezzamento delle competenze che hanno sviluppate nel corso di una vita, anziché (come avviene ora) lasciarli a piedi, proprio nel momento in cui, in virtù della loro maturità professionale, possono massimamente contribuire all’economia del paese e al bene della collettività.

Per realizzare questo nostro sogno, BISOGNA PUNTARE IL TUTTO PER TUTTO SUL POTENZIAMENTO DELLE OPPORTUNITÀ LAVORATIVE E DELL’OFFERTA FORMATIVA PER I RESIDENTI.

DOBBIAMO DARE FIDUCIA, EQUILIBRIO, SLANCIO PROATTIVO.

Dobbiamo RIMETTERCI IN MOTO E DARCI DA FARE, come hanno fatto i nostri nonni 60 anni fa.

Mi piace questo movimento snello (dalle zavorre e dagli appesantimenti dei partiti storici) e giovane, formato di gente di tutte le età e provenienze culturali.

Il nostro è un gruppo composto da gente dinamica, in marcia verso una visione luminosa e equilibrata di un futuro, che ha il gusto di tutto ciò che vi era di più

genuino nelle nostre tradizioni e nel nostro passato.

In breve, ho scelto il Partito, il Movimento dei Verdi del Ticino e spero che anche lui voglia, che ANCHE VOI VOGLIATE coralmente scegliere me, con lo stesso entusiasmo e la stessa apertura illuminata con il quale la nostra dirigenza mi ha accolto, appunto perché lo trovo UN MOVIMENTO… IN MOVIMENTO.

4. Elisabetta Gianella

29.03.1985, Lugano

Imprenditrice, appassionata dei temi dell’economia e del mercato del lavoro
— Elisabetta Gianella

Ho sempre seguito con passione le vicende economiche e sociali del nostro Cantone. E ispirandomi al motto “occupati della politica, altrimenti la politica si occuperà di te”, un anno e mezzo fa ho deciso di voler partecipare attivamente alla gestione della cosa pubblica per cercare di portare il mio contributo allo sviluppo del nostro bellissimo Ticino e alla risoluzione delle gravi problematiche che attanagliano il mercato del lavoro.

Attualmente vivo e lavoro a Lugano, dove sono titolare di una società attiva nel campo delle consulenze aziendali. Due anni fa ho firmato uno studio importante sul fenomeno dei “padroncini” e dei “distaccati” per il compianto Consigliere di Stato Michele Barra.

Ho due bellissimi mici Greg e Tredici (soprannominati Totò e Ninuzza) e un tenerissimo Labrador (Gordon).

Per saperne di più vai sul mio blog: http://elisabettagianella.ch/

5. Tamara Merlo

23.01.1968, Lugano

Amo i gatti e gli alberi, trasporto rospi, credo nelle persone e lavoro per un mondo migliore
— Tamara Merlo

Sono nata e cresciuta a Lugano, nel quartiere di Molino Nuovo. Dopo aver frequentato il liceo a Canobbio, mi sono laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica di Milano. Mi sono specializzata in diritto europeo a Bruges. Ho svolto la pratica legale a Lugano e, conseguito il brevetto di avvocata, ho lavorato per il Tribunale amministrativo. Dopo un periodo di volontariato in Brasile, ho lavorato per la Rete Uno della radio (al "Camaleonte" e ai notiziari) e per "Patti Chiari", per poi tornare all'attività di giurista part-time. Ho sempre votato per i Verdi e mi sono candidata per la prima volta alle elezioni comunali di Lugano nel 2008. Dal 2012 sono presidente del Comitato cantonale dei Verdi.

Cosa fare per il lavoro in Ticino? Il mio intervento al dibattito del 23 febbraio alla RSI:

<br/>

Il mio selfie sonoro per la trasmissione radiofonica "Albachiara"