85. Simona Trabucco

24.02.1972, Lugano

Ethics & compliance manager, femminista, appassionata di astrologia e sciamanesimo
— Simona Trabucco

Il mio impegno quotidiano ha come obiettivo principale una presa di coscienza capillare da parte di donne e di uomini della necessità di una sovversione dell’assetto culturale su cui la società ed il mondo intero oggi si basano: la storia va scritta insieme da donne e uomini in modo paritario, con la partecipazione di entrambi ed in egual misura alla vita politica di una città, di un paese o di qualsiasi comunità. Solo cosi’ si possono sconfiggere corruzione, assenza di valori, razzismo, sessismo, omofobia, violenza sulle donne, distruzione dell’ambiente e del pianeta. Come? Cercando ogni giorno di sradicare un pezzettino del sistema patriarcale, dire “no” agli stereotipi di genere ancora oggi molto subdolamente tenuti in vita dai mass media (pubblicità in primis), favorendo la cultura della condivisione dei lavori di cura, il part time per donne e uomini, i congedi parentali, attuando misure che favoriscano l’entrata in politica e sociale delle donne (e non mi riferisco alle quote rosa).

Per tre anni ho organizzato a Lugano la manifestazione One Billion Rising, momento importante a livello mondiale, in cui in tutte le piazze del mondo si protesta contro la violenza di genere, la base di tutte le altre violenze, degli altri odii e di tutte le guerre.

Ho contribuito ad integrare il programma dei verdi del Ticino con punti programmatici fondamentali quali la richiesta di maggiori investimenti nei servizi di supporto e assistenza alle vittime di violenza domestica, la promozione dell’educazione alla parità di genere e della decostruzione degli stereotipi di genere nelle scuole, l’attuazione di incentivi al lavoro part-time per donne e uomini nelle aziende pubbliche e private e di misure atte a favorire la conciliazione di vita lavorativa e vita privata per donne e uomini.

Ho partecipato attivamente ai lavori di preparazione dell’agenda politica di Forum 54, Donne Elettrici, ho promosso la sottoscrizione dell’Agenda presso numerose donne che non erano informate dell’iniziativa e sono felice del successo che questa sta avendo. Ovviamente, ho sottoscritto la Carta d’Impegno relativa all’Agenda nella sua interezza.

Ora vorrei mettermi più in gioco sul territorio e ho ritenuto che come Verde potrei fare di più. Le mie attività quotidiane sono in “rete” e non solo. Dedico molto tempo, ogni giorno, alla creazione di una rete di supporto tra donne.

Scrivo su un bellissimo blog di ricerca sul pensiero e sulla rappresentazione che le donne si danno in politica, frequentandone regolarmente gli incontri come partecipante o relatrice (“Laboratorio Donnae” http://laboratoriodonnae.wordpress.com/). In particolare vi ho pubblicato un breve studio (http://laboratoriodonnae.wordpress.com/2013/01/24/piu-democrazia-paritaria-meno-corruzione/) sul parallelismo tra l’alto tasso di corruzione percepita (dati Transparency International 2012) e i dati mondiali sulla disparità tra i generi pubblicati nel Global Gender Gap report 2012: dove le donne non hanno il giusto posto nella società civile, nel mondo del lavoro e nella vita politica di un paese, il tasso di corruzione è elevatissimo. Dove non c’è democrazia paritaria, c’è il fallimento della società civile e della classe politica ed economica.

Ho ancora molte idee in cantiere e le porterò sicuramente avanti grazie alla bellissima rete di supporto femminile, ma non solo, che si è naturalmente venuta a creare partendo da poco, facendo leva solo sull’innata forza femminile e sul grande bisogno che le donne hanno di fare politica a partire da sè. Dal personale al politico il passo è breve e non è facile ammetterlo.

Oltre al femminismo ed alla politica delle donne, i miei interessi sono di tipo molto spirituale: mi interesso fin da bambina di astrologia e in questo periodo ho ripreso studi di astrologia evolutiva e karmica. Dopo una malattia che ha totalmente cambiato la mia vita e il mio rapporto con il mondo rendendo entrambi molto migliori, frequento anche un bellissimo corso sullo sciamanesimo e vorrei conseguire il diploma di counselling immaginale per aiutare altre persone a ritrovare il legame o il patto rotto con sé stesse e, alla fine, con la natura che tutte e tutti stiamo tradendo. La mia formazione è quella di giurista internazionale ed al momento sono una Ethics and Compliance Manager presso una multinazionale: promuovo l’etica in azienda, con la finalità di mantenere la cultura della legalità e del rispetto nel mondo degli affari. Missione non facile ma assolutamente possibile. Si che si può!