33. Doron Favaro

15.06.1987, Mendrisio

Laureato con Master in Lettere, sono nato e cresciuto nel Mendrisiotto a due passi dall’autostrada. Ho passato la mia infanzia guardando i prati attorno a me scomparire uno dopo l’altro, fagocitati da colate di cemento che mi toglievano ogni spazio per giocare.

Sono entrato nei Verdi perché ero stufo di lamentarmi dello stato delle cose. Non potevo continuare a sperare che qualcun altro si occupasse di salvaguardare il territorio, di mettere regole chiare per tutelare gli inquilini da proprietari senza coscienza, di proteggere i residenti dalle cacofonie di rumori che li assalgono giorno e notte.

Era tempo che impiegassi le mie energie per cercare di modificare attivamente lo stato delle cose. Perché noi possiamo cambiare quello che abbiamo attorno, possiamo fermare l’inerzia che sta snaturando i nostri valori e il nostro territorio. Bastano piccole prese di coscienza, piccoli messaggi e l’inversione di tendenza prenderà avvio. Io ci credo! Si può fare.