Gentilini Ivo

71.Ivo Gentilini.jpg

Gentilini Ivo - 10.01.1957 - Lumino

Nato:        10 gennaio 1957

Domicilio:        via Tamporiva 32       6533 Lumino

Professione:    tecnico ST in elettromeccanica,

            dal 1990 docente alla SPAI di Mendrisio per i montatori elettricisti ed

            elettricisti per reti di distribuzione

Sport:        monitore G+S di canoa e attivo nel Gruppo Canoisti Ticinesi

Altri sport:     pratico saltuariamente lo sci, il rampichino e l’arrampicata sportiva.

Associazioni:    membro e sostenitore di diverse associazioni quali Greenpeace,

            Iniziativa delle Alpi, AMCA, WWF.

La svolta politica:    L’infanzia spensierata sulla Collina D’oro e gli anni trascorsi con gli esploratori mi hanno sicuramente permesso di apprezzare la natura con le sue molteplici sfaccettature, ma sicuramente il 1986, con il disastro di Cernobyl ha dato una svolta radicale alle mie convinzioni, facendomi capire che occorreva dedicarsi maggiormente alla difesa dell’ambiente anche in Svizzera.


Il rientro in Ticino in quel di Lumino mi ha permesso di avvicinarmi al Gruppo della Sinistra, dove sono stato eletto in Consiglio Comunale in forma tacita nel 2000.

Le lotte dei Verdi per la variante 95 mi hanno spinto a candidarmi nel 2007 sulla lista per il Gran Consiglio.

Purtroppo in qualità di docente cantonale, non potrò se eletto, entrare in Gran Consiglio e questa la ritengo una grande ingiustizia, in quanto a differenza di avvocati, dottori e liberi professionisti non possiamo far valere direttamente le nostre richieste a favore di una scuola che si sta avviando su una strada pericolosa. La qualità dell’insegnamento è buona per gli allievi dotati e motivati, ma scadente per quelli che hanno difficoltà a seguire e che sono relegati in classi numerose dove l’insegnamento è carente e dove le maggiori risorse degli insegnanti sono volte alla gestione comportamentale degli allievi. In molti casi si aspetta pazientemente che il tempo passi e che questi allievi escano dalla scuola dell’obbligo per raggiunti limiti d’età!

Perché candidarsi quindi? La mia candidatura vuole essere un segno e un impegno al lavoro dietro le quinte, proprio perché ritengo importante che anche i docenti portino le loro rivendicazioni e facciano prendere coscienza a tutti della loro discriminazione.

Molte sono poi le persone che conosco fuori dalla cerchia dei Verdi e quindi con il mio esempio voglio far giungere loro un messaggio di speranza e di perseveranza volto a renderli partecipi della mia lotta quotidiana per rendere Lumino, il Ticino, la Svizzera e tutta la Terra un poco migliore!

“ I VERDI      ---     Capre o cavoli ! ”.

Il 7 aprile affideremo nelle mani di politici ticinesi le sorti del Cantone, non possiamo più tergiversare e un Verde in Governo e molti più Verdi in Gran Consiglio sono assolutamente necessari se vogliamo cercare di salvare capre e cavoli; altrimenti penso proprio che si salveranno solo i cavoli!