Benzoni Alberto

55.Alberto Benzoni 4.jpg

Benzoni Alberto - 11.11.1960 - Balerna

Sono nato a Mendrisio il giorno di San Martino del 1960. Cresciuto a Balerna, ho terminato gli studi nel 1980 conseguendo la maturità commerciale presso la Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona. Dopo la scuola reclute ho lavorato quattro anni nella Svizzera Romanda prima di far ritorno in Ticino, dove dal 1985 sono consulente in assicurazioni e previdenza. Sono sposato con Marisa dal 1987 e ho due figli, Gloria e Diego, ormai adulti.

Senza alcun dubbio lo "scoutismo" e in particolare gli anni e le esperienze passate nella Sezione San Vittore di Balerna, hanno lasciato un segno importante nella mia esistenza, forgiando il mio carattere e inculcandomi valori quali il rispetto del prossimo, l’amicizia, la sincerità, l’osservanza delle regole, l’altruismo, il volontariato, la famiglia, l’amore per la natura e per tutto ciò che ci circonda.

Quelli erano gli anni della crescita demografica ed economica, quando i concetti di pianificazione del territorio e rispetto dell’ambiente non venivano purtroppo considerati. Erano gli anni delle FFS, delle PTT, della Swissair e del "made in Switzerland", erano gli anni del rispetto reciproco tra padroni e lavoratori, tra istituzioni e cittadini, tra docenti ed allievi; erano gli anni delle conquiste sociali, mentre oggi stiamo sacrificando tutto questo sull’altare della globalizzazione, che esige profitti immediati e ad ogni costo, con "manager" egoisti e senza scrupoli che percepiscono guadagni indecenti e che portano alla rovina della società.

Per non assistere passivamente a questo scempio e rendermi utile, ho deciso di fare politica attiva nelle fila dei Verdi, che più di ogni altro partito rispecchia le mie idee.
Ho fondato il partito a Balerna nel 2007 e dal 2008 membro di Comitato dei Verdi del Canton Ticino. Dal 2008 sono pure Consigliere Comunale e membro della Commissione della Gestione della quale sono Presidente in carica. Socio del WWF, di Pro Natura, dell’Iniziativa delle Alpi e di Greenpeace. Sono fermo oppositore del nucleare e a favore dello sviluppo e dell’incentivo delle energie rinnovabili e pulite, per un’eco-fiscalità progressiva basata sul risparmio, per un’economia in sintonia con l’ecologia, che non deve necessariamente crescere ad ogni costo ma ottimizzare l’efficienza, in particolare quella energetica. Vorrei impegnarmi in particolare nella salvaguardia delle zone di protezione dei Pozzi e delle Falde d'acqua potabile oggi sempre più a rischio, nella lotta alla maleducazione e al "littering" e al proliferare di inutili Centri commerciali nonché alla cementificazione selvaggia.

Se ognuno di noi facesse un piccolo sforzo per cambiare certe abitudini ed evitare sprechi inutili, il risultato complessivo sarebbe enorme, con conseguente miglioramento della qualità dell’aria, della mobilità, dei costi della salute e della qualità di vita in generale.

Vorrei che ci si impegnasse tutti insieme per fare del Ticino un Cantone turisticamente all'avanguardia, non con la costruzione di nuove arterie di traffico e buchi nelle nostre montagne, ma puntando sulle nostre bellissime valli e paesaggi, creando un turismo ecosostenibile.